Telecamere


Sul mercato sono presenti molte marche e modelli di telecamere per la video sorveglianza, ma per tutti vale il principio che il sensore (l'occhio) è il componente più importante di un a buona telecamera. Più il sensore offre immagini nitide,  colori realistici ed elevata sensibilità al buio, più  offre garanzia di una videosorveglianza utile.

COSA NON FARE

  • L'errore più comune, per chi non è avvezzo alla videosorveglianza, è quello di progettare l'impianto sulla base del budget disponibile. Quando non si ha molta disponibilità economica la cosa più saggia, non è quella di utilizzare telecamere economiche ( per altro poco sensibili) ma  è quella di ridurre il numero di telecamere senza rinunciare alla qualità della soluzione.
  • Non lasciatevi ingannare dalle apparenze. Giudicare la qualità di una telecamera dalle immagini riprese di giorno, in piena luce, è fuorviante. Anche le telecamere più scarse del mondo, di giorno sembrano ottimi prodotti al pari di quelli 10 volte più costosi. Se volete vedere la qualità di una telecamera di videosorveglianza osservate il suo funzionamento di notte, in presenza di oggetti in movimento e in condizione di scarsa  illuminazione.  Capirete la differenza tra una telecamera e un'altra.
  • E' importante avere chiare le idee sia sui limiti dei sistemi di videosorveglianza che quali siano i compiti che il sistema di videosorveglianza deve scolgere. La videoregistrazione, da sola, non può fare i miracoli essedno un sistema di per se passivo. La video analisi è l'elemento utile da abbinare alla video registrazione per ottenere sistemi attivi. Essere avvertiti di un evento anomalo in tempo reale è utile per ridurre il tempo disponibile ai malintenzionati evitando che creino maggiori danni ma abbandonino il luogo più velocemente possibile.